Vaccinazioni Pinscher e vermi intestinali

Sponsored links

E’ importante prendersi cura del proprio amico a quattro zampe in maniera adeguata per evitare l’insorgenza di alcune malattie a volte mortali.

Quindi è fondamentale oltre ad eseguire trattamenti specifici contro pulci e zecche, e proteggere il proprio cucciolo dalla filaria, è necessario eseguire tutte le vaccinazioni con i relativi richiami periodici ed attuare tutti i trattamenti per svermarlo.


Per quanto riguardano le vaccinazioni, in genere tra i 45 o i 50 giorni vanno eseguite i primi vaccini, che includono: epatite, cimurro, parvovirosi, e leptospira.

L’epatite è una malattia diffusa ed inoltre è contaggiosa. I sintomi più diffusi una volta contratta la malattia sono i seguenti: febbre, tonsillite e dolori addominali. L’unica arma per combattere tale malattia è il vaccino.

Mentre il cimurro, è in grado di portare alla morte il piccolo Pinscher. Solitamente questa infezione colpisce soprattutto i cuccioli e va a localizzarsi a mano a mano su tutto il corpo, finendo con il colpire il sistema immunitario. Ma oggi grazie alla vaccinazione, è possibile evitare l’insorgenza della malattia.

Mentre la parvovirosi, è un virus che provoca un ingrossamento del cuore fino ad arrestarsi all’improvviso, provocando la morte immediata. Ma se questa malattia viene riscontrata immediatamente è possibile curarla con i giusti farmaci.



Infine la leptospira invece, colpisce il fegato del cucciolo fino a provocarne la morte. Ma è possibile curare anche questa patologia con i giusti rimedi.

I vaccini vanno ripetuti a distanza di 20 giorni. Dopodichè dopo un anno si vaccina nuovamente, eseguendo le vaccinazioni a scadenza annuale.

Per quanto invece riguardano i parassiti intestinali, è un’evenienza comune nel cane e per tale motivo che il problema non deve essere valutato con preoccupazione. Anche in questo caso è possibile eseguire una prevenzione. E’ bene rivolgersi al proprio veterinario di fiducia, il quale prescriverà dei prodotti polivalenti con lo scopo di assicurare il controllo di più malattie parassitarie con un unico farmaco.