Come allevare ed educare cuccioli di Pinscher? Una domanda che si pongono tutti coloro che si ritrovano nel dover gestire questo cane dal carattere docile e di antica razza.

Per chi non lo sapesse, infatti, questo tipo di cane, pur rassomigliando un Doberman nelle fattezze, grazie al muso affusolato e al mantello corto aderente al corpo, è piuttosto affettuoso e devoto al suo padrone e ama gli spazi domestici. Non a caso è un formidabile cane da guardia.

Quando i cuccioli di pinscher lasciano la mamma?

Quest’ultimo andrebbe acquistato una volta compiuti i tre mesi e solo previa verifica delle vaccinazioni.

Dato che si tratta di una razza con la tendenza a mettere su qualche chilo di troppo con l’incedere del tempo, è importantissimo curarne l’alimentazione fin nei minimi dettagli.

Per tale ragione sono consigliate pietanze quali pesce e carne rossa, rigorosamente ben cotte.

Assolutamente sconsigliati, invece, alimenti come pollo, formaggio, coniglio e i cosiddetti “avanzi”.

Fondamentali anche uova e latte, specialmente quando il Pinscher è nei primi mesi di vita. L’acqua andrebbe sostituita spesso e volentieri, prestando attenzione al fatto che ve ne sia sempre a sufficienza per l’animale.

Per quel concerne l’eduzione del cane, è importante interagire con quest’ultimo in maniera ferma e decisa, sin dai primi mesi di vita, evitando però di essere troppo severi con punizioni e rimproveri esagerati, dato che questo tipo di atteggiamento potrebbe finire con il mandarlo su tutte le furie provocando le reazioni violente dell’animale.

Imprescindibile ricordarsi di conferirgli un premio a mo’ di ricompensa ogni qualvolta risponde agli ordini impartiti. I cuccioli di Pinscher nei primi mesi di vita sono estremamente vivaci e pieni di energie, per tale ragione è consigliabile tenerli sempre sott’occhio, al fine di evitare piccoli disastri.

Fondamentale anche dedicargli la giusta attenzione, “ascoltando” le loro necessità e coccolandoli quando ne hanno più bisogno.

E’ inoltre bene ricordare al cucciolo l’esistenza di spazi precisi. Per questo motivo mai concedere a quest’ultimo di dormire nel letto del padrone, anche in tenera età.

Nel caso pianga, è bene perdere un po’ di tempo nel rendere la cuccia accogliente, magari dotandola di qualche coperta soffice, un peluche o un pupazzo gommoso.

Ovviamente è fondamentale insegnargli fin da subito a fari i bisogni fuori casa.

Essendo un cane piuttosto intelligente e rispettoso del padrone, in breve tempo sarà possibile godere dei frutti derivanti dai dettami impartiti.

Ricordatevi che i cuccioli di pinscher, come tutti i cani, vi daranno tanto amore, non maltrattateli mai e ricambiate con altrettanto affetto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here