You Are Here: Home » Carattere del Pinscher Toy e comportamento

Carattere del Pinscher Toy e comportamento

 

Il Pinscher Toy

pinscher toy cuccioloLe origini del Pinscher, riconducono inevitabilmente al “Ratte tedesco” una razza di cane molto remota ma la paternità di questo delizioso cane, è sicuramente germanica.
Molti amano definire il Pinscher, un piccolo dobermann ed in effetti sembra l’identica miniatura di quest’ultimo anche se questa definizione non è esatta.
La sua apparizione ufficiale, risale al lontano 1879 ed il cane riscosse immediatamente un enorme successo tant’è vero, che ci furono parecchi estimatori ed ancora la sua fama, è conosciuta in tutta l’Europa.
I cani di razza Pinscher, possono essere di due tipologie e cioè il Pinscher medio e quello nano detto Zwergpinscher che è quello più adottato forse per le caratteristiche identiche a quello medio anche se in formato molto più piccolo.
Il pinscher è un cane elegante e molto adatto alle famiglie con bambini perché socievole e vivace e anche se classificato come cane da compagnia, è idoneo alla guardia della casa perché possiede delle doti di percezione molto spiccate.


Sia il pinscher medio che quello nano, hanno le medesime caratteristiche a parte le dimensioni e cioè il pelo corto e lucente, la testa allungata e stretta, le orecchie che se amputate sono dritte o altrimenti ricadono a forma di V e gli occhi che sono di colore scuro ed ovali.
E’ bene precisare che nonostante ci sia ancora qualcuno che impropriamente utilizza la pratica della mutilazione delle orecchie, quest’usanza fortunatamente va man mano scemando.
Anche se appare alquanto strano, ci sono parti del mondo, dove il pinscher non è conosciuto affatto mentre negli Stati uniti per esempio, si registrano quasi 4000 acquisti all’anno di questa simpatica razza.

Il carattere del Pinscher

Il Pinscher ha una innata vivacità che lo rende simpatico e socievole e come citato precedentemente, è adattissimo alle famiglie con bambini.
Ha un carattere estremamente equilibrato ed è molto sensibile al richiamo del padrone.
E’ un cane per natura, diffidente verso chi conosce poco e tende ad essere aggressivo con le persone che non fanno parte del nucleo familiare ma basta un rimprovero del padrone, per comprendere subito che quel soggetto, è degno di fiducia.
Questo succede perché il Pinscher, è un ottimo guardiano e persino la razza toy che è di dimensioni ridottissime, è capace di svegliare un intero condominio con il suo abbaio veloce e continuo, se in casa entra qualche intruso.
Insomma, il Pinscher decisamente, non teme nessuno!

Come correggere il carattere del Pinscher

Abbiamo detto che il Pinscher ha un carattere equilibrato tuttavia non bisogna mai pensare di aver acquistato un cane del genere solo per tenerlo in casa a far compagnia ai bambini o come guardiano dell’appartamento.
Il cane deve essere corretto se rivela qualche imperfezione nel carattere e ciò può farlo solo il suo padrone verso il quale il Pinscher, ha un notevole rispetto.
L’animale è docile ed impara facilmente ma non bisogna lasciarsi impietosire dalla sua simpatia e se combina qualche marachella, bisogna sgridarlo e smussare i lati negativi del suo carattere e bisogna farlo proprio quando è cucciolo.
I veri amatori di questa razza cioè i cinofili con la C maiuscola, non si fanno commuovere dallo sguardo dolce della bestiolina specialmente se si tratta di uno Zwergpinscher che appare ai padroni sempre cucciolo date le sue dimensioni.
Il pinscher è sempre sicuro di sé, forse troppo ecco perché molte volte appare indocile o con una marcata irruenza che va assolutamente corretta.
Un difetto del Pinscher che va represso, è il suo abbaio continuo anche quando non c’è motivo di allertare i padroni.
A volte bastano dei semplici rimproveri ma effettuati con la dovuta durezza, per riportare il cane alla disciplina.
Una maniera molto efficace per educare il pinscher, è quella di fargli spendere delle energie attraverso la corsa ed altre attività sportive.
Il Pinscher infatti, è un animale altamente addestrabile proprio perché sensibile al richiamo del padrone e molto propenso ad apprendere le novità.

Come fare se il pinscher diventa aggressivo

Abbiamo visto che il Pinscher può risultare aggressivo in presenza di persone estranee. Se da un lato è davvero comico vedere uno Zwergpinscher abbaiare e ringhiare furiosamente verso un amico che entra in casa, non è la stessa cosa per i vicini perché l’abbaio del cane è costante e velocissimo.
Un semplice rimprovero da parte del padrone, potrebbe bastare ma se così non fosse, è necessario che il cane diffidente per natura, venga portato accanto al nuovo arrivato che deve saper conquistare la sua fiducia.
E’ importante sapere che il Pinscher è molto geloso delle sue cose e quindi la sua aggressività, potrebbe derivare dal fatto che si toccano le sue priorità come giocattoli, copertine o ciotole dell’acqua e del cibo.
Mentre è facile correggere l’animale in caso entrasse in casa una persona che conosce poco, non è altrettanto facile correggere la gelosia per le sue cose e quindi bisogna evitare di toccare i suoi giochi preferiti.
Un’altra cosa a cui porre rimedio, è il rosicchiare del pinscher che specialmente da cucciolo, tende a rosicchiare le zampe di tavoli e mobili.
Per evitare che ciò avvenga, è necessario far capire al cane che deve affondare i suoi dentini aguzzi, solo negli ossi e nei pezzetti di legno reperibili nei negozi specializzati.

Come comportarsi con il Pinscher

E’ preferibile adattarsi al carattere del Pinscher, naturalmente dopo aver corretto tutti i lati negativi del suo comportamento. L’animale se d’estate si rivela un cane irruente e giocherellone ed adora scorrazzare nei manti erbosi molto vasti, nei mesi invernali e freddi, ama molto stare accucciato in un angolo.
E’ consigliabile dotare la sua cuccia o la sua poltrona preferita, con una copertina o con un vecchio maglione dove il cane si rifugerà comodamente.
Il pinscher è un cane caldamente consigliato alle persone anziane perché sa rivelarsi dolce e molto sensibile e ama il calore umano.
Dotato di un’ineccepibile fedeltà, il Pinscher è capace di seguire ovunque il membro della famiglia al quale si affeziona di più.

Scroll to top